Mill Hub 

arte

Soon available

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
Lampada
Che suona il flauto
Le pagine francesi de l'Images d'Épinal impresse con la colla di farina sul legno vissuto e consumato del buratto avvolgono i più attenti visitatori nel profumo della Belle Epoque..
 
In quel periodo le invenzioni e i progressi della tecnica e della scienza furono senza paragoni con le epoche passate. Benefici di queste scoperte portarono a standard di vita notevoli e a miglioramenti sociali. L’illuminazione elettrica, la radio, l’automobile, il cinema, la pastorizzazione, e altre comodità, tutte contribuirono ad un miglioramento delle condizioni di vita e al diffondersi di un senso di ottimismo.
 
Le vie e le strade cittadine erano piene di colori: manifesti pubblicitari, vetrine con merci di ogni tipo, eleganti magazzini.

Questa mentalità e questo modo di affrontare la vita aveva condizionato anche i settori produttivi. In tutta Europa si erano sviluppate una serie di correnti artistiche giunte a teorizzare che ogni produzione umana poteva divenire un'espressione artistica. Ogni oggetto e ogni luogo diveniva un'elegante decorazione, un motivo floreale, una linea curva e arabesca.

Un luogo espositivo “non convenzionale” all’interno di un antico Molino, dedicato all’arte…ma non solo. 

Siamo fra le mura di un antichissimo Opificio, un luogo pieno di Vissuto, dove l’ingegno e la maestria contadina sapevano ben rapportarsi con il quotidiano e con tutte le sfumature del vivere sociale. 


Parliamo dunque di uno spazio di aggregazione e divulgazione, finalizzato a fornire occasioni di incontro e di scambio utili a dare visibilità alla propria creatività o al proprio ingegno. 

Crediamo nell’importanza della promozione culturale dello sviluppo e della diffusione di ogni forma d’arte in tutte le sue espressioni, da quella figurativa alla performance art: la storia stessa per noi è arte da coltivare e preservare. 

La filosofia è quella di una community collaborativa dinamica, un circuito virtuoso che promuove l’autodeterminazione, dove si valorizzano le proprie idee dandogli visibilità, dove lo scambio intellettuale viene incentivato attraverso le competenze e l'entusiasmo di ciascuna figura partecipante.  

Ed è così che potenzialmente il Molino diventa anche un piccolo spazio di co-working, dove è possibile condividere e valorizzare le proprie peculiarità ed espressioni, ma anche un contenitore aperto e virtuoso che trova ragione nelle proposte, iniziative e contributi che possono provenire dal singolo o da gruppi, siano essi formali o meno.

Crediamo nella circolazione e condivisione di idee, nella promozione spontanea della cultura come motore per la crescita e la consapevolezza della collettività. 

Così come la storia è ovunque e di tutti, anche l’arte lo è. Ed è dovere morale di tutti preservarla e divulgarla.

Sei interessato anche tu ad esporre i tuoi lavori nella nostra Galleria Virtuale ?

..vai alla pagina di iscrizione